Browsing articles from Tag: “Snaidero”


  • , , , ,

    Il “buon design” di Snaidero

    Da una attenta valutazione di oltre 700 progetti provenienti da tutto il mondo scaturisce ogni anno, da parte del Chicago Athenaeum Museum of Architecture, il Good Design Award.
    Per il 2013 il prestigioso riconoscimento è andato alla cucina Board di Snaidero, in virtù di un sorprendente concept progettuale del quale sono stati valutati e riconosciuti i criteri dei materiali utilizzati e delle forme applicate, ma anche la funzionalità e l’effettiva utilità delle trovate.

    Tutta la zona operativa è completamente ripensata e non ha nulla di “canonico”, una scelta votata ad aumentare il comfort di utilizzo e quindi la funzionalità di un ambiente chiave in ogni casa. La sua struttura essenziale e quasi minimale, alleggerita da tutto ciò che non è realmente necessario, fa apparire Board come una cucina moderna e dinamica le cui caratteristiche sono l’accessibilità e l’assenza di vincoli, per un design che vuol essere soprattutto concreto ed in grado di rispondere con le possibili personalizzazioni alle ultime tendenze in fatto di ambienti anche ridotti.

    Il blocco operativo principale è sospeso, ed è perfettamente attrezzato per tutte le operazioni, siano esse di cottura o semplice preparazione delle pietanze. Tale blocco, contenuto nelle dimensioni ma sufficiente per svolgere tutti i compiti, è tecnologicamente avanzatissimo anche nel suo sistema di ancoraggio all’area contenimento e stoccaggio, con una piattaforma flessibile nelle applicazioni e soprattutto modulare, per una componibilità portata agli estremi che risponde caso per caso.
    La sintesi tra confort funzionale e bel design è ai massimi livelli in Board, che si propone anche come ottimo spazio conviviale fatto per emozionare.

    L’avanguardia industriale Made in Italy trova in Snaidero la conferma della sua intraprendenza: del resto, l’azienda non è nuova a questo riconoscimento, essendoselo già aggiudicato 10 volte a partire dal 1996.

    Condividi su:
  • , , , ,

    Lak Di Snaidero è la cucina del futuro

    Il progetto Lak di Snaidero sembra aver portato nel 2013 la cucina del futuro, che viene modellata intorno a chi volta per volta la usa e la vive. Lak è acronimo di Living for All Kitchen, una cucina dove trionfano ergonomia e sicurezza ed alla quale hanno contribuito numerosi partners come l’Università di Udine e la regione Friuli.

    Solo con qualche piccolo esempio è possibile rendersi conto della concretezza tecnologica di questo progetto, che non si limita ad offrire soluzioni modulabili per i piani di lavoro ed a limitare al minimo gli spigoli, ma che si propone anche come uno spazio virtuoso che sa come controllare i consumi per evitare gli sprechi, e che memorizza i bisogni dei singoli utenti applicandoli dopo il riconoscimento facciale.
    Un trionfo di hi-tech e di domotica, grazie alla possibilità di fare la spesa online, di gestire i servizi di emergenza, e di controllare il confort dell’ambiente gestendone illuminazione e temperatura.

    Il tutto, anche se è ancora in via sperimentale, apre le porte su un futuro che sembra sempre più vicino.

    Condividi su: