Browsing articles from Tag: “Pannelli divisori”


  • Come dividere gli spazi interni: diverse soluzioni possibili

    pareti hpl

    Dividere uno spazio interno è sempre una sfida, sia che si tratti di una stanza di casa propria che di un locale adibito ad uso pubblico.
    Occorre trovare il giusto equilibrio tra funzionalità ed estetica.

    Le soluzioni possono essere molte ed è importante riuscire ad individuare la più adatta ad ogni caso specifico.
    Ricorrere a muri in calce e mattoni assicura un risultato solido e duraturo, chi li sposta più?
    Ma è un investimento che richiede tempo, denaro e olio di gomito per pulire tutto a fine lavori.

    E se col tempo si cambia idea o le esigenze di suddivisione dello spazio cambiano?
    Per tornare indietro bisogna demolire tutto, un’operazione difficile e costosa.

    Con il cartongesso le condizioni non migliorano poi tanto.
    Anche se i pannelli costano molto meno dei muri veri e propri, una volta installati è complicato smontarli e cambiarne la disposizione.

    Allora, cosa si può fare? Esiste un’alternativa che, per così dire, riesca a salvare capra e cavoli?
    In effetti una soluzione c’è: le pareti modulari.

    Le pareti modulari, un sistema pratico ed economico

    Le pareti modulari rappresentano un sistema davvero pratico per dividere e riprogettare gli spazi interni.
    Sono costituite da pannelli leggeri ma molto resistenti, che si possono comodamente montare e smontare a seconda delle necessità del momento.

    Rispetto ai muri di mattoni o di cartongesso, l’investimento economico è molto più contenuto e il tempo necessario a completare l’installazione si riduce notevolmente.
    Persino la pulizia a fine lavori si trasforma in un intervento di poco conto.

    Con le pareti modulari si riesce ad utilizzare appieno lo spazio a disposizione, senza creare inutili ingombri strutturali.
    Infatti, risultano molto sottili perché sono in laminato stratificato.

    In ambienti ad uso pubblico come i bagni o gli spogliatoi, sono proprio perfette dato che ne agevolano le operazioni di igienizzazione.
    Dove ci sono pannelli divisori per bagni è più facile mantenere i locali puliti e in ordine, e le superfici si possono detergere senza problemi, così come i pavimenti.

    Pareti in HPL per la massima igiene dei luoghi pubblici

    L’utilizzo delle pareti divisorie per bagni pubblici e spogliatoi consente di allestire i locali col massimo rigore, dividendoli in ripetute postazioni dove ogni avventore trova giusto spazio e comfort.

    Bastano pochi accorgimenti per dotare un bagno dell’essenziale: porte che si chiudono in autonomia, un gancio dove poter appendere la borsa o il soprabito, una serratura comoda ed efficace.
    Tutti elementi che qualsiasi azienda che, come mostra sul suo sito Spazio4arredo, progetta e installa pareti divisorie in HPL per bagni sa di non dover trascurare.

    Ma ciò che fa davvero la differenza è che, con le pareti divisorie per bagni in HPL, si creano le condizioni ideali per poter eseguire le pulizie ordinarie con la massima praticità.
    Dopo due anni di pandemia, siamo tutti consapevoli di quanto nei locali ad uso pubblico sia fondamentale un’igienizzazione costante. Se la struttura è stata pensata anche in quest’ottica, gli addetti ai lavori possono svolgerla al meglio.

    L’HPL è un materiale con caratteristiche di robustezza che si presta alla perfezione a questo scopo.
    Si tratta di laminato stratificato ad alta pressione che si può lavare e disinfettare ogni volta che serve, non ha problemi ne’ con l’acqua ne’ con l’umidità, perciò le superfici non si deformano e non si rovinano.

    Di solito, le pareti modulari poggiano su dei piedini regolabili oppure sono del tutto sospese. In entrambi i casi, questi assetti contribuiscono a rendere più facili ed efficaci le operazioni di lavaggio dei pavimenti.

    I pregi di una parete divisoria modulare sono molteplici, e non ne abbiamo ancora preso in considerazione l’estetica.

    I pannelli divisori per bagni in HPL sono pratici e belli

    Le pareti divisorie per bagni in HPL possono accontentare le più diverse esigenze perché sono disponibili in un’ampia gamma di modelli e finiture.
    In questo modo, ogni progetto può diventare qualcosa di esclusivo e personalizzato, cosa può esserci di meglio?

    I bagni e gli spogliatoi escono dalla logica dei locali anonimi, grigi e piatti, per trasformarsi in ambienti accoglienti e di carattere.
    Soprattutto se vengono progettati da arredatori esperti. È innegabile che la mano di un professionista si fa notare subito, anche in un locale ameno come un bagno.

    Ovviamente il contesto del bagno pubblico non coincide con l’ambiente bagno della propria casa, al quale possiamo dedidarci fino a raggiungere il massimo risultato in fatto di comfort ed eleganza, ma perchè non cercare di alzare gli standard e far sentire a proprio agio anche gli utenti di un luogo pubblico?

    Per avere un’idea di quante, e quanto differenti, possano essere le alternative d’arredo con i pannelli divisori per bagni, abbiamo consultato i siti di aziende del settore, dove le soluzioni realizzate sono davvero stupefacenti per originalità e funzionalità degli spazi.
    Inoltre, accendono la fantasia di chi le osserva, suggerendo tante altre idee nuove.

    Progettare in piena sicurezza con le pareti modulari

    Le pareti divisorie per bagni in HPL sono sottoposte a specifici controlli di qualità, che ne verificano i requisiti.
    Per esempio, è importante che riescano ad ottenere la certificazione che riguarda la reazione al fuoco, visto che vengono installate in luoghi pubblici.

    Infine, occorre prevedere e cercare di evitare i più banali incidenti, prendendo le dovute precauzioni, come utilizzare dei profili morbidi dalla parte delle cerniere delle porte, per eludere accidentali schiacciamenti delle dita.

    Con le pareti modulari si possono proprio progettare spazi pratici e belli in piena sicurezza.

    Condividi su: