Browsing articles from: “Maggio 2022”


  • ,

    Divano lineare o divano angolare?

    Sono due le principali linee di tendenza per il living contemporaneo per quanto riguarda la scelta del divano: ci riferiamo ai divani lineari e ai divani angolari. La scelta messa a disposizione da tutti i più importanti marchi del settore è davvero molto variegata, e consente di valorizzare il salotto con soluzioni mai banali in grado di adattarsi caso per caso e nella massima disinvoltura ad ogni specifica esigenza ed a qualsiasi ambiente.
    Vediamo insieme le principali caratteristiche di queste due famiglie e come sfruttarle al meglio.

    I divani lineari

    I divani lineari hanno di certo una forma più slanciata ed esile, e normalmente vengono preferiti per essere collocati a ridosso della parete libera della zona living. In tale posizione il divano fa da punto di incontro per la famiglia ma anche da luogo dove ritrovarsi in compagnia degli ospiti.
    Un utile suggerimento per valorizzare il suo ruolo e la sua posizione è quello di lasciare la parete abbastanza sgombra e libera da altri arredi: è consigliato infatti, per ottenere un effetto scenico più armonioso ed arioso, affiancare al divano solo una pianta da appartamento oppure una lampada da pavimento, se il divano viene sfruttato come postazione di lettura.
    Ulteriore accorgimento può essere mettergli accanto, oppure di fronte a seconda della composizione del tuo living, un tavolino di design che ti garantirà un ripiano d’appoggio e quindi una funzionalità aggiuntiva che ti tornerà di certo molto utile.
    C’è poi chi giustamente ama decorare le pareti, ed in questo caso un quadro o una stampa sospesi sopra il divano ne accresceranno il rilievo estetico mettendolo in risalto ed attirando l’attenzione sull’eleganza della composizione.

    I divani angolari

    I divani angolari sono invece pensati per chi abbia una stanza davvero ampia adibita a living. Sono infatti soluzioni d’arredo più voluminose e che “riempiono” maggiormente la volumetria dell’ambiente in cui sono inseriti.
    Anche se un divano angolare si colloca bene a ridosso di due pareti consecutive creando una zona ancora più conviviale, la sua forma si presta benissimo anche ad una collocazione a centro stanza in un ampio open space nel quale può fungere da delimitazione tra le aree.
    Un divano angolare viene in genere definito anche divano con penisola per la peculiare conformazione che presenta una delle sezioni della sua pianta “ad L” più sporgente. Una variante dedicata agli amanti del relax assoluto è invece quella in cui la sezione sporgente è ancora più accentuata e permette di sedersi distendendo anche le gambe; in questo caso di parla di divano con chaise longue, una delle proposte di arredo più raffinate tra quelle destinate alla zona living e che spesso, nei modelli più avanzati, assolve anche a più funzioni.
    È infatti comune trovare questo tipo di divani integrati da una funzione letto con meccanismo a scomparsa e spesso anche da un utilissimo vano contenitore.

    Condividi su:
  • ,

    Il sistema di isolamento termico ETICS

    sistema di isolamento termico etics

    Negli ultimi mesi è salito alla ribalta un acronimo prima conosciuto bene solo dagli addetti ai lavori del settore edilizia e ristrutturazioni: si tratta della voce ETICS, che sta per External Thermal Insulation Composite System.
    Esso cela dietro di sé un’enorme valenza soprattutto in termini di riqualificazione energetica degli edifici e degli appartamenti, ed ha ricevuto impulso dagli incentivi statali erogati attraverso il SuperBonus 110%.
    Tale sistema esterno di isolamento termico a cappotto è disciplinato da precisi criteri e riferimenti normativi, e i soli interventi effettuati secondo i parametri ETICS hanno accesso al bonus, una misura varata con due precisi intenti: stimolare l’economia stagnante in questo settore a causa della pandemia da coronavirus, ed ottenere allo stesso tempo una riqualificazione dell’intero patrimonio immobiliare nazionale.

    Come si compone un sistema a cappotto ETICS?

    I sistemi di isolamento termico a cappotto ETICS trovano applicazione in tutta Europa da oltre 30 anni in quanto costituiscono il più rapido ed efficace metodo per coibentare gli edifici di tipo civile, industriale o di servizio non solo preesistenti ma anche di nuova costruzione. L’architettura è quella di un sistema composito i cui diversi elementi, tutti tra loro compatibili, operano in maniera sinergica per raggiungere dopo l’installazione risultati funzionali che garantiscono enormi vantaggi strutturali ed economici di lunga durata nel tempo.
    La semplificazione del sistema e della sua composizione può essere compiuta secondo il seguente schema:

    • Uno strato di collante per il fissaggio – Ci sono specifici collanti e adesivi appositamente formulati per sostenere i pannelli isolanti ed assicurarne la stabilità verticale; solo alcuni casi i pannelli richiedono l’integrazione di fissaggi di tipo meccanico.
    • Uno strato isolante – I pannelli che compongono lo strato isolante possono essere di diversi materiali, sia di origine minerale che sintetica. Tutti sono ottimizzati per proteggere le pareti esterne dagli agenti atmosferici e per garantire all’edificio il migliore isolamento termico ed in molti casi anche acustico, e tra i più utilizzati ci sono i pannelli o lastre in polistirene espanso sinterizzato (EPS) i quali devono essere conformi ai requisiti elencati nella normativa di riferimento EN 13163.
    • Strato di intonaco – A protezione dei pannelli viene poi steso uno strato sottile di intonaco integrato da una leggera rete di rinforzo, molto spesso in fibra di vetro, che rafforza la tenuta complessiva del sistema e contribuisce ad un migliore assorbimento di tensioni superficiali e sollecitazioni di natura meccanica.
    • Strato di finitura – A completare l’opera il professionista edile stende uno strato di finitura che oltre a proteggere l’involucro così composto dagli agenti atmosferici ha, grazie alla continuità del rivestimento, anche delle funzioni estetiche.

    Quali funzioni ha un sistema a cappotto ETICS?

    Le reali e concrete funzioni del sistema di isolamento a cappotto esterno ETICS che ne rendono così conveniente l’installazione anche al netto delle agevolazioni garantite dal SuperBonus 110% non riguardano solo una migliore protezione dalle intemperie, ma anche il contributo al comfort domestico. Gli spazi residenziali ed abitativi vengono infatti isolati e senza punti di discontinuità sia dal caldo che dal freddo, con la conseguenza di annullare le dispersioni termiche ed energetiche: in sostanza, durante l’inverno si risparmierà sul riscaldamento perché il calore generato sarà trattenuto e si potrà far lavorare caldaie o stufe a regimi più bassi, mentre in estate i climatizzatori avranno bisogno di meno tempo per raggiungere un raffrescamento più che sufficiente alle proprie aspettative e che verrà trattenuto. Il tutto comporterà sensibili risparmi in bolletta con condizioni termo-igrometriche dell’intero edificio stazionarie nel tempo.

    I vantaggi del sistema a cappotto ETICS

    Siamo certi che nelle ultime settimane hai sentito spesso parlare di Superbonus 110% e della voce ETICS, senza però sapere bene di cosa si trattasse, mentre se sei arrivato a leggere fin qui hai di certo le idee più chiare su questo acronimo e sull’enorme valore che esso assume per la riqualificazione energetica della tua casa.
    Alcuni dei vantaggi di tale sistema risultano già evidenti da quanto espresso nel recedente paragrafo, ma ce ne sono diversi altri perché isolare in maniera continua e sicura delle pareti realizzate in materiali anche eterogenei tra loro con un cappotto continuo, omogeneo e uniforme fa sì che l’edificio sia più resistente a qualsiasi deformazione di tipo strutturale essendo meglio protetto dall’esterno dagli agenti atmosferici anche più estremi. In più, abbattendo le dispersioni termiche si eliminano anche i fastidiosi fenomeni dei ponti termici tra interno ed estrerno, principali responsabili (a causa delle condense) della formazione di muffe all’interno dell’abitazione.
    Viene messa in atto una definitiva prevenzione da crepe sulle pareti, distacchi di intonaco e persino dalle infiltrazioni, con edifici che assumono una maggiore durata del loro aspetto nel tempo e senza deterioramenti.
    I progressi della tecnica e della ricerca tecnologica in questo campo, in special modo sui materiali e sui collanti dei quali è stata studiata la conducibilità termica rendono questo sistema sebbene già performante in continua evoluzione.

    Vantaggi sul mercato immobiliare

    Un concretissimo vantaggio di tipo economico è infine rappresentato dal miglioramento della classe energetica di edifici e appartamenti, i cui proprietari a lavori ultimati possono richiedere l’aggiornamento dell’APE (Attestato di prestazione energetica) vedendosi riconoscere una classe più elevata.
    È evidente che questo passaggio pone un appartamento anche sul mercato immobiliare in posizione di privilegio: esso si rivela appetibile per chi cerca una casa confortevole ed efficiente, e vantaggioso da vendere per chi ha intensione di acquistare un’altra casa. Questa rivalutazione del patrimonio immobiliare italiano è estremamente virtuosa, in special modo se si riflette su una nota a margine: mettere in opera un sistema di isolamento a cappotto ETICS non implica in alcun modo intaccare la volumetria interna degli spazi di casa!

    Condividi su: