Browsing articles in "Arredamento per interni"
Gen 22, 2013
Christian

Comodini Ghost Buster by Kartell

Kartell: non servono particolari introduzioni per questo nome che da tempo detta temi e tendenze nei cataloghi di interior design. Questa volta ci dedichiamo alla famiglia Ghost, che di recente- sempre grazie all’inventiva geniale di Philippe Starck – si è arricchita di un elemento pratico, funzionale ed indispensabile: il comodino Ghost Buster.
È piccolo, è quasi invisibile, ma la sua presenza si avverte eccome, quando ce ne serviamo, perchè si propone come elemento polifunzionale ma soprattutto adatto sia a camere da letto ultramoderne che a quelle dallo stile più retrò.

Sono i riflessi a rendere unici i comodini che sono prodotti anche in misure leggermente più grandi, quelle di un comò per intenderci, all’interno del quale trovano anche spazio due ripiani di appoggio.
Il PMMA utilizzato in un unico stampo è trasparente e lavorato con linee pulite e morbide, con giochi di angoli e curve valorizzati dai colori in gamma che sono davvero tanti.
Philippe Starck ha dichiarato che con il nome Ghost ha voluto proprio evocare il fantasma del comodino che non ha mai trovato, e che ha deciso di creare da sè attingendo alla propria inventiva!
Si trovano in commercio a 240 e 625 euro, circa. E se volete conoscerli meglio, non dovete fare altro che sfogliare la gallery che abbiamo allestito appositamente per voi sulla nostra pagina Facebook!

Gen 17, 2013
Christian

Una vivace Guest House nel cuore della Città Eterna!

Come forse avrete intuito, a noi della redazione di NonSoloArredo piace tantissimo viaggiare e scoprire l’architettura ed il design delle principali capitali europee, ma molto spesso, forse per deformazione professionale, la nostra attenzione si concentra anche sull’interior design degli alberghi in cui soggiorniamo.

È per questo motivo che oggi abbiamo deciso di parlarvi di Samrooms, una piccola GuestHouse situata nel cuore della Roma imperiale proprio tra le principali basiliche, che ci ha accolti con uno stile molto gioviale.
Abbiamo infatti trovato fin dalla reception un’architettura di interni molto moderna, fatta di elementi coloratissimi e vivaci, mentre le camere sono arredate con gusto e rispettando lo stesso stile, con un predominio di tonalità volgenti al rosso tra le quali però sono inseriti sprazzi di altre tinte altrettanto giovanili.

Samrooms si presenta quindi come una soluzione perfetta per chi voglia viaggiare senza un budget elevatissimo ma non voglia rinunciare al gusto ed al comfort: vi consigliamo di scegliere questa questhouse per la vostra prossima gita a Roma, e magari raccontateci la vostra esperienza qui su NonSoloArredo!

Nov 16, 2012
Christian

L’attaccapanni è davvero comodo


Come abbinare due complementi di arredo in uno, fondendoli insieme in un oggetto di design con il compito di valorizzare i nostri spazi? Ecco l’idea dell’architetto Julian Appelius, la sedia/panca Karibu.
La sua spalliera stilizzata e slanciata verso l’alto è infatti pensata per essere un pratico appendiabiti a stelo.
La sedia Karibu è prodotta da Pulpo, in legno di faggio incollato e laccato dallo spessore di 38 mm, mentre la panca misura 750×280 mm, per cui lo spazio occupato è davvero esiguo e grazie al suo design minimale ben si presta ad ogni soluzione di arredamento.
La scelta è fra 3 colori: bianco, nero oppure rosso, tutti come detto laccati.

Nov 5, 2012
Christian

Un letto…sospeso nel vuoto

Amate la fantascienza? Sicuramente avrete visto e stravisto il classicissimo del genere, 2001 Odissea nell spazio, un vero viaggio oper immagini che soddisfa e delizia anche il gusto degli appassionati di interior design con le sue sperimentazioni ed invenzioni impareggiabili.
L’architetto olandese Janjaap Ruissenaars ha voluto tributare un personalissimo omaggio alla pellicola sfidando la forza di gravità con il suo Floating Bed: in esso ritroviamo sia la tematica avveniristica propria del film, sia quella che è diventata l’autentica ed indiscussa icona dell’opera di Kubrick, il monolito nero.
Floating Bed assume infatti l’aspetto del parallelepipedo nero, che nasconde al suo interno e nella sua base dei potenti magneti in grado di mantenere la struttura sospesa a fluttuare nel vuoto.

Il tutto è agganciato al pavimento con dei cavi d’acciaio che rendono però necessari spazi realmente ampi per poterlo ospitare, ma a ben vedere non si tratta dell’unico inconveniente…
Il prezzo di Floating Bed è infatti tale da collocarlo automaticamente tra gli esercizi di stile con poco, pochissimo possibile riscontro a parte del mercato: si parla di una cifra a 6 zeri!
Noi abbiamo voluto proporvelo solo nell’otticadella sua originalità, vi lasciamo con un video che ne chiarisce il meccanismo e ne siamo certi…anche con un certo desiderio di provarlo almeno una volta!

Ott 31, 2012
Christian

Un appartamento in legno a Les Menuires

A Les Menuires, famosa località sciistica francese, è stata commissionata allo studio h2o Architects la ristrutturazione di un appartamento: si è tattato di un’autentica sfida, perchè la rielaborazione dello spazio abitativo di 55 mq non doveva intaccare la struttura. Questa la condizione posta, che ha reso l’avventura accettata dallo studio molto avvincente!

Dovendo infatti ricavare il massimo spazio per 8 persone, gli architetti hanno deciso di trasformare tutto l’appartamento in un grande mobile, utilizzando il legno di betulla e di noce, ed è questo stesso mobile ad incastro con i suoi elementi modulari a definire lo spazio.
I letti sono ovviamente stati impilati, mescolandoli con nicchie e vani portaoggetti: il tutto restituisce in pieno l’idea di un riparo di montagna strutturato come una cabina, mentre la parete mobile curva svela la possibilità di fruire diversamente degli spazi quando non convertiti in zona notte.

Il tutto è infatti completato da una sala divertimento e da un angolo lettura che sfrutta l’esposizione naturale panoramica dell’immobile, e naturalmente dall’angolo cucina.
Un riparo ideale, una cabina di montagna per tutta la famiglia ed oltre, rivisitata con un gusto molto contemporaneo!

Ott 26, 2012
Christian

Il design dei locali notturni in un libro Taschen

Oggi vi parliamo di un libro pubblicato da Taschen, casa editrice ben nota a chiunque si interessi di arti figurative come pittura, cinema ma anche architettura e design naturalmente. Grazie ad Eat Shop Drink di Philip Jodidio scopriamo quindi i più raffinati locali del mondo, scelti in tutti i 5 continenti tra ristoranti, discoteche, bar ed anche nightclub: tutti luoghi famosi non tanto, o non solo, per le pietanze ed i drink che vengono serviti, ma per i loro arredamenti e gli speciali allestimenti diventati delle icone.

Il primo a colpirci sfogliando il libro, e non poteva essere altrimenti per noi appassionati di cinema, è stato il nightblub Silencio a Parigi, quello creato da David Lynch per il suo capolavoro del 2001 Mulholland Drive, che spicca per le contaminazioni tra arte, architettura e appunto cinema.
Altri luoghi che ci hanno impressionato sono il Logomo Cafè di Turku, in Finlandia, per l’estremizzazione del concetto di minimalismo espresso da Tobias Rehberger, o il ristorante Oiticica in Brasile, incastonato in un orto botanico che ne costituisce il paesaggio circostante mentre accanto si trova una galleria di arte contemporanea.

Una menzione a parte la merita la boutique di Louis Vuitton a Londra, concepita da Peter Marino come un autentico museo di arte contemporanea.
Il libro è già sugli scaffali delle migliori librerie al prezzo di 29,90 euro: se avete un amico appassionato di design, vi abbiamo fornito con un certo anticipo un’idea per un regalo natalizio!

Set 20, 2012
Christian

Lusso e classe italiana nell’Armani Hotel di Dubai

Lo scorso anno nel cuore di Milano, capitale italiana dell’alta moda, è stato inaugurato l’Armani Hotel, caratterizzato, oltre che dal gusto degli allestimenti e dall’ultimo piano interamente in vetro, dalla pianta a forma di una riconoscibilissima “A” maiuscola.
L’inaugurazione seguiva di poco, in linea temporale, quella dell’Armani Hotel Dubai, allestito nell’edificio più alto del mondo, quella Burj Khalifa che ha costretto a rivedere tutti i parametri della moderna architettura con i suoi 636 metri di altezza, 828 se si considera anche la guglia.

Dubai è terreno fertile per il lusso più sfrenato, e Giorgio Armani non si è fatto sfuggire l’occasione per curare personalmente tutti gli ambienti, improntandoli alla sua creatività e celebrata eleganza.
Gli spazi sono allestiti con tessuti Armani, e sono un tripudio di materiali pregiati come il cuoio italiano o il legno.
Le camere sono in totale 160, ciascuna arredata con soluzioni speciali e linee curve che rendono il soggiorno piacevole ma anche sfarzoso: non manca naturalmente una Armani Gallery, uno store – per il quale lo stilista si è cimentato anche in creazioni di elementi di arredo negozi quasi futuristici – dove è possibile dedicarsi allo shopping tra le proposte del catalogo della Maison.

Set 11, 2012
Christian

Con Ribbon il design crea anche calore

Riscaldare casa nei mesi invernali è una delle grandi priorità per chiunque debba gestire un appartamento, ma non si deve considerare tale impegno solo come un fastidio: grazie alla cura per il design che ormai tutti i marchi stanno spendendo per conquistare nuove fette di mercato, adesso è possibile munirsi di radiatori che assolvano anche alla funzione di arredare e sorprendere.

È il caso dell’azienda polacca Terma Technologie, che abbiamo scoperto per caso in una delle nostre incursioni sul web alla ricerca di nuove soluzioni per l’interior design. Il marchio Terma è ben noto agli esperti del settore per la qualità dei suoi radiatori – la certificazione ISO9001 parla chiaro in tal senso – e per la modernità delle sue linee, già pluripremiate con riconoscimenti prestigiosi.

Il radiatore Ribbon, quello che in particolare ha catturato la nostra attenzione, si presta all’applicazione in qualsiasi tipo di ambiente, anche se a nostro giudizio degli interni più minimalisti sono la sua naturale sfera di applicazione.
Ribbon si presenta con 4 tubi verticali a spirale, costruiti in acciaio. Il colore di default è un bianco molto liscio, ma è possibile ottenere la colorazione che si preferisce: noi siamo rimasti particolarmente suggestionati da questo bel rosso vivo che vi proponiamo!

Lug 30, 2012
Christian

Omnia by Domitalia: versatile e 100% riciclabile

Domitalia è un’azienda italiana che ha sempre voluto abbinare un design innovativo al profondo rispetto per l’ambiente, realizzando elementi di arredo in materiali sempre biocompatibili e riciclabili.

Oggi ci piace presentarvi Omnia, che in questa versione traslucida con sistema di illuminazione interno si propone come lampada da esterni per una luce soffusa nei vostri spazi all’aperto. Omnia, però, è disponibile anche in vivaci colori più opachi, e fa della versatilità delle sue possibili applicazioni il suo punto di forza.

Può, infatti, essere anche un tavolino o piano di appoggio, adatto anche agli interni; oppure, con il cuscino in dotazione, può diventare un originale sgabello – pouf che arredi il vostro salotto. Non finisce qui, perchè grazie alla sua capienza Omnia si presta a diventare un portapiante, o un portaoggetti in genere: con i suoi brillanti colori, tra i quali l’arancio, il verde acido, il fucsia, a noi piace da matti immaginarlo come cesto portagiochi per i vostri bambini!

Pagine:«1...56789101112
agosto: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031