Browsing articles from "maggio, 2015"
mag 29, 2015
Christian

Arco, icona luminosa di design italiano

 

 

L’industrial design italiano ha avuto tra i suoi esponenti più rappresentativi e creativi i fratelli Castiglioni, autori di veri e propri pezzi cult disseminati in diversi musei in tutto il mondo: basti pensare che ben 14 delle loro opere sono esposte al MoMa di New York!

La lampada Arco, un loro progetto del 1962 e concretizzatosi all’interno del catalogo Flos, e forse nella sua essenzialità il progetto che meglio incarna lo status di icona del design italiano, con l’estremo rigore delle sue forme.
Illuminare contemporaneamente pavimento e soffitto: Arco ci riesce con un diffusore orientabile e forato molto semplice, che proietta la luce nella maniera più appropriata grazie all’interno bianco.

L’arco in acciaio che lo sostiene è a lunghezza regolabile, proprio per sfruttare al meglio questa fonte di luce mobile, e si innesta in una robusta base in marmo di Carrara a garantirne la stabilità. La base stessa ha un pratico foro attraverso il quale far passare un bastone, per poterla spostare agevolmente a dispetto del peso considerevole.

Arco è stata profondamente ammirata e più volte imitata nel corso degli anni, come testimoniano i modelli Twiggy di Foscarini, su progetto di Marc Sadler, con linee particolarmente eleganti e sofisticate che ben si inseriscono in un ambiente contemporaneo, ma anche Ribbon di Morosini, con design di Andrea Lazzari, una lampada particolarmente moderna che sfrutta la morbidezza della seta, tagliata in sottili strisce, per costruire il carattere del suo diffusore.

Le idee per l’illuminazione dei nostri ambienti ci fanno scoprire materiali e soluzioni sorprendenti, e non è mai necessario allontanarsi troppo: abbiamo, qui in Italia, abbastanza conoscenze e passione per il bel design da accontentare anche i più esigenti!

mag 26, 2015
Christian

Lema è total living di carattere

 

L’abitare contemporaneo diventa flessibile ed altamente organizzato con i progetti di Lema, un marchio che interpreta fino in fondo il Made in Italy nelle sue composizioni raffinate. L’appeal dei prodotti Lema è indiscutibile perché si basa su una profonda coerenza da cui prende le mosse ogni elemento di arredo, dalla fase concettuale fino a quella realizzativa.

Ciò è valido per gli arredi free standing, gli elementi indipendenti, ma soprattutto per i suoi sistemi modulari, che assicurano la più ampia libertà compositiva. Vengono coinvolti in questa dinamica i sistemi notte ma soprattutto gli arredi per la zona living di Lema, con progetti dall’elevata versatilità ed in continuo sviluppo per rispondere sempre alle necessità ed ai gusti di un mercato particolarmente esigente.

È proprio l’evoluzione costante di Lema e dei suoi arredi ad aver costruito un solido ruolo per tutta la sua gamma: l’arredamento visto come espressione del lifestyle, per un abitare che si è fatto negli anni sempre più sofisticato e desideroso di creare una esperienza nello spazio vissuto che sappia emozionare.
Obiettivo di Lema è proporre un total living personalizzabile e su misura, con tecnologie all’avanguardia ma anche accurata precisione artigianale per tutte le rifiniture.

Recentemente Lema ha introdotto nel suo catalogo anche la sezione imbottiti, proponendo divani di elevatissima cifra stilistica fatti per integrarsi in maniera naturale con i sistemi di mobili contenitori e librerie in composizioni uniche. Splendido esempio ne è il divano Cloud, pensato per essere componibile a piacimento con i suoi moduli geometrici tutti liberamente assemblabili e tra l’altro realizzati non solo in diversi colori, ma anche in un’ampia varietà di colori, per accontentare ogni esigenza.

Discrezione, eleganza, leggerezza delle linee e dei volumi: questi i punti di forza che costruiscono il pregio ed il carattere di Lema!

mag 22, 2015
Christian

Revival per il tondino di ferro!

Nelle elaborazioni di design industriale ed interior design degli ultimi tempi si assiste sempre più spesso ad un ritorno a schemi ed icone in voga negli anni ’50, un periodo d’oro per la creatività specie in Italia. L’ultimo dei materiali ad essere stato “riesumato”, dopo che era stato relegato al ruolo originario di accessorio per l’edilizia, è il tondino di ferro, che rinasce a nuova vita grazie al progetto della libreria Ladybird, realizzata da Arketipo su idea di Giuseppe Viganò.

È una struttura che affascina per il coraggioso accostamento tra la texture volutamente grezza del tondino ed i piani d’appoggio disponibili sia in legno che in pregiato marmo. A completare una struttura che gioca fortemente sui contrasti tra i materiali ci sono i dadi decorativi, in ottone galvanizzato oppure in titanio.
Il risultato è la griglia a rombi che vedete in foto, un complemento di arredo in stile industrial-chic ideale per un ambiente lineare e minimale, e che ben si integra anche in un contesto più classico grazie alle venature dei ripiani.

Per nulla minimal è invece l’altro progetto di cui vi parliamo, il tavolo Hystrix di Cattelan, anch’esso basato sugli intrecci di tondini di ferro per uno stile metropolitano: le sue forme allungate ricordano infatti quelle di un ponte, mentre sulla struttura dell’estetica così esclusiva e raffinata poggia un piano in cristallo extra-trasparente.
Hystrix è sì un oggetto di design, ma è al tempo stesso una vera opera d’arte!

 

mag 18, 2015
Christian

Con Trend, stirare c’est chic!

Un prodotto di design ma non solo: forse l’asse da stiro Trend di Bama è il più classico esempio di come un accessorio per la casa possa essere funzionale al massimo, con caratteristiche pratiche ed ergonomiche, ed al tempo stesso sfoggiare un aspetto del tutto gradevole!

Trend è un’asse da stiro di ultimissima generazione, progettato a tavolino per rispondere a precise caratteristiche di leggerezza e praticità. In primo luogo, la superficie traspirante del “piano operativo” assicura una stiratura impeccabile, anche per i più esigenti; l’apposito ripiano sottostante, in resina resistente alle alte temperature (così come l’intera struttura) ospita la caldaia, evitando il suo fastidioso ingombro e riducendo qualsiasi rischio nei movimenti, mentre il piano di stiratura può essere regolato in pochi semplici passaggi a 3 differenti altezze, tra gli 82 ed i 92 cm, per rendere tutte le operazioni ancora più confortevoli a seconda dell’altezza di chi lo sta usando.
E per finire, Trend si ripone con il minimo ingombro tu possa immaginare, perché una volta richiuso sta in piedi da solo!

I materiali garantiscono una lunga durata, ed inoltre, per una inevitabile concessione al vezzo in un prodotto che ha l’ambizione di essere parte integrante della tua casa e non mero strumento, viene proposto in 3 colori: fucsia, grigio ed un intenso blu oceano.
Ci sembra un progetto da valorizzare e promuovere soprattutto perché è interamente prodotto in Italia!

mag 12, 2015
Christian

Le soluzioni migliori per recuperare spazio in bagno

Come recuperare spazio in bagno? Alcune semplici idee di facile realizzazione

L’arredamento del nostro bagno non deve rispondere soltanto a scelte di ordine estetico ma anche a specifiche esigenze funzionali, fondamentali quando l’ambiente da arredare è di dimensioni ridotte. Con qualche idea in più è possibile trasformare anche la stanza da bagno più piccola in un locale pratico e perfettamente organizzato: dopo aver colto qualche nostro accorgimento, capire come recuperare spazio in bagno non sarà più un problema!

Scopri i consigli di arredobagno

Compiere le scelte giuste per raggiungere questo obiettivo significa prediligere i mobili salvaspazio e sfruttare tutti i trucchi per far sembrare il bagno più grande. Tutto inizia da un’accurata progettazione dello spazio. Il nostro consiglio è di farsi seguire da un architetto esperto, che sarà in grado di suggerire come gestire nel modo più efficace gli spazi a disposizione.

Come recuperare spazio in bagno e trovare un posto per ogni oggetto

Ecco i nostri consigli su come recuperare spazio in bagno.

Prima di tutto, è importante fare attenzione alla sistemazione dei vari elementi, cercando in particolare di sfruttare anche gli spazi più piccoli e le superfici angolari. Il mercato propone mobili adatti a bagni di dimensioni ridotte, per tutte le tasche e per ogni esigenza.

Tra i modelli di lavabo in commercio, ad esempio, ci sono versioni sospese da terra, utili per ottimizzare la superficie a disposizione. A questi si aggiungono  piccoli lavamani e lavabi triangolari. Se manca lo spazio per un mobiletto e per gli accessori è preferibile sfruttare contenitori da attaccare alle piastrelle del muro, in abbinamento a semplici e divertenti mensoline.

Oltre ai consigli già dati, come recuperare spazio in bagno? Per quanto riguarda i sanitari, occorre optare per soluzioni compatte, senza dimenticare la corporatura e le esigenze di chi utilizzerà il bagno. Ovviamente al posto della vasca è preferibile scegliere una doccia con anta scorrevole.

Se si intende conoscere tutti i segreti su come recuperare spazio in bagno, bisogna prestare attenzione anche alla scelta dell’illuminazione. Per evitare di rendere lo spazio ancora più angusto è bene preferire un’illuminazione piuttosto forte. Se la stanza non gode di luce naturale, inoltre, si consiglia di prevedere finestre molto alte o pannelli semipermeabili ad altezza soffitto.

 

Visita il blog belbagno per altri consigli di arredobagno!

mag 7, 2015
Christian

Arredamenti Padova: lo showroom di Cappello Mobili


Tra i negozi di mobili e arredamento a PadovaCappello Mobili si distingue da più di cinquant’anni per la sua ampia proposta di arredamenti e complementi che può contare su uno spazio espositivo di oltre 5000 mq, in cui è possibile scoprire e toccare con mano tutte le soluzioni di arredamento, sia per la zona living che per la zona notte, selezionate tra i migliori brand italiani di design.

De Padova, Kartell, Lema, Poltrona Frau sono solo alcuni fra i marchi storici e riconosciuti a livello internazionale nell’ambito dell’interior design che Cappello Mobili ha scelto come marchi di garanzia e qualità, per offrire in ogni situazione e per ogni tipo di clientela, mobili e complementi di arredo che uniscano tradizione e modernità, funzionalità e design.

Cappello Mobili propone nel suo showroom di Padova arredi per la zona giorno e per la zona notte, insieme ad una vasta gamma di complementi ed accessori, oltre che a tante proposte di cucine moderne prestigiose ed eleganti.

Cucine moderne Padova: le soluzioni di Cappello Mobili

Per la realizzazione di cucine moderne di design Cappello Mobili collabora con aziende importanti come Varenna, Elmar, Mk, Valdesign, Zera ed Edonè, oltre che con sapienti artigiani in grado di realizzare soluzioni esclusive progettate ad hoc per ogni singolo progetto.

Legni, lacche, laminati, acciaio e pietra sono solo alcuni dei materiali utilizzati per la realizzazione di cucine moderne di design che vengono ultimate, su richiesta, dalla preventiva predisposizione dei sottoservizi e delle strutture che possono rendere la cucina il vero e proprio centro della casa.

La realtà aziendale di Cappello Mobili non si rivolge soltanto ad un mercato di privati ma si occupa anche di arredi per alberghi e uffici, annoverando brand di prestigio come De Padova e Kartell e inserendosi così nel settore dell’hospitality design e dell’office design.

 Se vuoi scoprire di più su Cappello Mobili clicca qui!

mag 4, 2015
Christian

Le poltrone relax ed alzapersona

Le Poltrone Relax e Alzapersona, indispensabili al benessere fisico, sono un potenziale aiuto per gli anziani e i disabili, e grazie al loro sistema motorizzato, rendono facile il passaggio dalla posizione da seduto alla posizione eretta in pochi minuti; tutto affidato alle funzioni dello schienale reclinabile e del poggia piedi, che garantiscono agili movimenti in piena sicurezza.

Le attuali poltrone elettriche con alzapersone per disabili hanno una duplice funzione: si prestano ad essere un elegante oggetto d’arredo grazie alle differenti forme ed agli eleganti ma pratici tessuti;  sono  sfoderabili e lavabili e le imbottiture favoriscono il relax quotidiano.

Inoltre preservano la nostra salute grazie alle placche vibranti e massaggianti che risvegliano il tono muscolare e favoriscono una regolare circolazione sanguigna, alleviando lo stress.

Con il telecomando in dotazione molto semplice da utilizzare, si può tranquillamente comandare i motori della poltrona e regolarne i movimenti per poterla utilizzare in differenti posizioni e godere a pieno della sua praticità e della silenziosità, anche per vedere la TV, leggere un buon libro e dormire comodamente sdraiati.

 

maggio: 2015
L M M G V S D
« apr   giu »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031